Inter Campus torna all’Onu con Moratti e Zanetti

inter campus400Il calcio "amico dei bambini" come strumento per la pace e lo sviluppo: Inter Campus torna alle Nazioni Unite due anni dopo la presentazione ufficiale al Palazzo di Vetro.

L'occasione è un incontro organizzato il 15 dicembre dalle Rappresentanze Permanenti italiana e giamaicana per approfondire come lo sport possa far da vettore al miglioramento delle condizioni di bambini e ragazzi che vivono in aree di guerre, violenza e massima povertà.

Partecipano all'evento nella Trusteeship Council Chamber i Rappresentanti Speciali del Segretario generale alle Nazioni Unite sulla Violenza contro I Bambini, Maria Santos Pais, e sullo Sport per la Pace e lo Sviluppo, Wilfried Lemke, mentre in rappresentanza dell'Inter ci saranno l'ex presidente Massimo Moratti e il vice presidente interista nonche' leggendario difensore, il "Capitano" Javier Zanetti.

Lo sport, dunque, come mezzo di aggregazione e di identificazione per tutti i bambini per aiutarli nel loro apprendimento e crescita personale. Inter Campus, fondato nel 1997, utilizza il calcio come strumento educativo per restituire a bambini disagiati tra i 6 e i 13 anni di età il diritto al gioco.

Dalla nascita del primo programma in una favela brasiliana, oggi Inter Campus è presente in 29 Paesi nel mondo ed è riconosciuto come un efficace strumento per lo sviluppo e la pace tanto che è attivamente coinvolto nelle attività dell'Ufficio del Rappresentante Speciale del Segretariato delle Nazioni Unite per lo Sport, lo Sviluppo e la Pace (Unosdp).