Arrestati 15 ultras della Nocerina

ultras noceraQuindici ultras della Nocerina sono stati tratti in arresto dalla Polizia per gli incidenti avvenuti lo scorso 30 agosto, nelle ore che precedettero l'anticipo serale della prima giornata di campionato di Lega Pro Nocerina-Perugia. Gli scontri avvennero nel pre partita dinanzi allo stadio San Francesco e videro protagonisti due gruppi delle opposte fazioni. Nel corso degli incidenti rimasero feriti otto rappresentanti delle forze dell'ordine.

Le misure cautelari eseguite stamani dagli agenti della Digos della Questura di Salerno assieme ai colleghi del commissariato di Nocera Inferiore, sono state emesse dal gip del Tribunale nocerino su richiesta della locale Procura della Repubblica. Le quindici persone arrestate, di cui quattro sono finite in carcere ed undici ai domiciliari, devono rispondere a vario titolo dei reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e porto di oggetti atti ad offendere.

Tra i quindici ultras della Nocerina calcio arrestati figurano anche tre indagati per le presunte minacce ai calciatori rossoneri effettuate dinanzi al ritiro di Mercato San Severino (Salerno) di domenica 10 novembre prima del derby farsa con la Salernitana. I calciatori "molossi" furono "invitati" da un gruppo di tifosi che la domenica mattina si radunarono dinanzi alla sede del ritiro della squadra, a dare un segnale forte contro le decisioni assunte dal Viminale a inibire l'accesso sugli spalti ai sostenitori di fede nocerina. I quindici arrestati stamani - secondo le indagini condotte dalla Polizia - si sarebbero resi protagonisti dei gravi incidenti avvenuti la sera del 30 agosto prima della partita Nocerina-Perugia, nel corso dei quali rimasero feriti otto rappresentanti delle forze dell'ordine tra polizia e carabinieri.