Svizzera, ecco gli hooligan dell'hockey

hooligans hockey450In Svizzera, il fenomeno hooligan colpisce lo sport dell'hockey sul ghiaccio. Il pullman che riportava a casa i giocatori della squadra del Geneve-Servette è stato attaccato da un gruppo di tifosi del Losanna che, con 4 grossi massi hanno danneggiato alcune finestre del mezzo.

Il Geneve Servette aveva vinto la partita per 3-0; quando, sulla via del ritorno, dopo la partita, il bus si è fermato a un semaforo rosso, è scattata l'imboscata.

Il coach Chris McSorley ha subito un taglio sul mento che ha richiesto diversi punti di sutura in un ospedale locale. Soltanto spavento per i giocatori che hanno ripreso la strada sul pullman coi vetri rotti. Per quanto riguarda i giocatori ... beh, hanno continuato fino a casa con il bus della squadra. "E 'stato molto freddo", ha detto l'allenatore in Louis Matte.

Il Losanna ha condannato fermamente l’attacco al pullman del Genève-Servette: “Questi atti sono semplicemente scandalosi e inaccettabili. Non sono stati commessi da appassionati di sport, ma da esseri primitivi e rozzi. Questo comportamento violento e irresponsabile non riflette la filosofia del LHC.

Il Losanna vuole chiedere scusa a Chris McSorley, al suo staff e a tutti i giocatori del Geneve-Servette. Gli auguriamo una pronta guarigione.

Noi crediamo che la rivalità tra i due club non deve superare i limiti dello sport e Losanna e Ginevra nè dovrebbe andare oltre che sul ghiaccio”.



Sembra che il Servette abbia chiesto la protezione della polizia per il prosieguo del viaggio, ma gli è stato rifiutato perché no c'era sufficiente pericolo per giustificare la scorta.