"Hodgson è innocente"

hodgson"Non c'è stato nessun insulto e nessuno si è sentito offeso", con un tweet Andros Townsend ha scagionato Roy Hodgson dall'accusa di razzismo. Dopo essersi chiariti già in privato, l'ala del Tottenham è uscita allo scoperto in difesa di Hodgson che nell'intervallo dell'ultima partita con la Polonia, rivolgendosi a Chris Smalling, gli aveva chiesto di "dare da mangiare alla scimmia".

Ovvero passare di più la palla al suo compagno di corsia Townsend. Una gaffe dai contorni potenzialmente razzisti per via del colore della pelle di Townsend, nero di origini giamaicane. Ma che l'interessato, come d'altronde subito precisato dallo stesso tecnico inglese, ha archiviato come espressione gergale, forse gretta ma di sicuro innocua. "Non capisco da dove venga tutto questo casino. Non c'e' stato insulto e nessuno è stato offeso. Non è neppure una notizia", il tweet di Townsend.

Anche la Federcalcio inglese si è schierata senza esitazione al fianco del suo ct, tramite un comunicato ufficiale a firma del presidente Freg Dyke: "Hodgson è un uomo della più alta integrità, un uomo d'onore che sta facendo il meglio per la nazionale - le parole di Dyke -. Roy ha e merita di avere il pieno sostegno da parte della federazione. Ha chiaramente spiegato il senso delle sue parole e certamente non era nelle sue intenzioni pronunciare una frase con connotazioni razziste. E cosa più importante, si è scusato con chiunque si sia sentito offeso dalle sue parole".