PASCIA, I FRUTTI DI UNA PASSIONE

paolo gatta pasciaff

Amore per la cucina e passione per la ricerca, sono i preziosi ingredienti che esprime la cucina del Pascia. Un ristorante stellato che si trova a Invorio, paesino in provincia di Novara, incastonato tra Arona, Orta e Stresa, vicino ai meravigliosi lago Maggiore e lago d’Orta diventa così meta ideale per un rilassante soggiorno e per approfittare di un'emoziante cena.

Il locale
Nulla di sfarzoso, ma un'elegante sobrietà nell’arredamento, scelto per l’accogliente sala interna con pochi tavoli sapientemente distanziati; sullo stesso stile il piccolo dehors ben curato che permette di godersi il clima piacevole nelle serate estive.

Ad accogliervi è la cortesia e il sorriso dell’attento personale di sala, tutto al femminile! Lasciatevi consigliare dall’esperta sommellier che, forse proprio perché donna, sa interpretare con maestria le vostre preferenze o curiosità, tra la ricca proposta della carta dei vini che ha le dimensioni di un’enciclopedia, frutto dell’incessante e appasionata ricerca dello stesso chef. Propone così etichette e cantine mai banali, con grande attenzione al territorio.

Il menù
Ed ecco il menù: corretto il numero dei piatti proposti e ben calibrata la scelta tra carne e pesce, anche di lago. Emozionante il gioco di sapori proposti dallo chef come suo “benvenuto”. Una giostra di sfiziosissimi  bocconcini da gustare rigorosamente con le mani.

Con queste golosità lo chef Paolo Gatta comincia a condurvi nella sua filosofia di cucina: territorialità e freschezza nella selezione delle materie prime unite alla ricerca di nuovi sapori e al desiderio di creare emozioni a cominciare dalla perfetta e artistica presentazione dei piatti. Il profumo ed il gusto riportano a memorie passate, e nel contempo a sensazioni ancora inesplorate.

Una cucina che si fonda su prodotti dai sapori veri: carni e formaggi locali che nascono ancora secondo antiche ricette, frutta e verdure coltivate nel loro orto, pesci freschissimi e accuratamente selezionati. 

Lo chef
scampi pasciaPaolo Gatta, giovane chef-patron ama il suo lavoro già dall’età di 13 anni: è cresciuto lavorando in blasonati ristoranti sia italiani che esteri. Il suo sorriso e la sua cortesia si riflettono nei suoi piatti eseguiti con cura e grande passione. Pascia è la versione in russo di Paolo, il nome del giovane chef, ma basta immaginare un accento e il risultato è Pascià, un mondo di piacere, tutto racchiuso in grandi piatti.

Il mio piatto
Millefoglie di astice bollito in court-bouillon e composto come in una millefoglie, intercalato da patate schiacciate con profumo del lime e un fragrante wafer ai capperi. Servito con delicate fave fresche e salsa al limone a parte.

Ristorante Pascia
Via Monterosa, 9
Invorio (NO)
Tel. 0322/254008  338/2989765
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
www.ristorantepascia.it 
Chiuso: lunedì
Costo medio 80 euro (vini esclusi).

Rosita Dorigo

LA RICETTA

astice blu pascia1MILLEFOGLIE DI ASTICE BLU

INGREDIENTI
Astice blu, sedano, carote, cipolle, alloro, aglio, pepe in grani, vino bianco.
PER IL CONTORNO
Patate, lime, olio extra vergine di oliva, sale, fave, capperi disidratati.
PER I WAFER
80 g burro, 70 g di farina, 2 g sale, 70 g albume, 70 g glucosio.
PER LA SALSA AI LIMONI
Limone, olio extra vergine di oliva, burro.

PROCEDIMENTO
Preparare un court-bouillon con sedano, carote, cipolle, alloro, pepe in grani, vino bianco e sale;
quando arriva a bollore immergervi gli astici (la cottura varia a seconda delle dimensioni).
Una volta cotti, raffreddarli rapidamente. Cuocere la patate in acqua salata e aromatizzata con un filo d'olio, sale, alloro e uno spicchio d'aglio. Cuocere le fave, raffreddarle e pulire.
PER I WAFER
Per realizzare i wafer miscelare tutti gli ingredienti in una planetaria; lasciare risposare l'impasto per 12 ore in frigorifero.
PER LA SALSA AI LIMONI
Grattugiare e spremere i limoni, riporre il succo in una casseruola e mettere sul fuoco. Portare a ebollizione e montare con olio e burro.
COMPORRE IL PIATTO
Pulire l'astice. Schiacciare le patate e condirle con olio, sale e una grattugiata di lime. Stendere il composto per i wafer su un silpat creando delle sfoglie rettangolari. Cuocere in forno a 140° per 12 minuti. Comporre il piatto realizzando un millefoglie intercalando patate al lime schiacciate, astice e wafer ai capperi. Decorare con delle fave. Servire in tavola irrorando con la salsa ai limoni.