Serie B, un cartellino verde ai campioni di fair play

Cartellino-verde serie b fair play450A partire dall'anticipo della prima giornata di ritorno del Campionato di Serie B 2015-2016, Spezia-Bari in programma venerdì 15 gennaio alle 20,30, la Lega di categoria introduce il Cartellino Verde annunciandolo con un comunicato.

In esso si afferma: "Il riconoscimento, promosso dalla Lega B, su proposta del Comitato Etico (composto da Marino Bartoletti, Chantal Borgonovo, Gianfelice Facchetti, Mogol ed Emiliano Mondonico), e istituito in collaborazione con l'Associazione Italiana Arbitri (AIA), ha un valore esclusivamente simbolico ed è finalizzato a premiare gesti non ordinari, ma speciali ed esemplari.

L'iniziativa - prosegue la nota - fa parte di un progetto più ampio e articolato che intende riportare al centro dell'attenzione tematiche 'sensibili': il Rispetto, la Cultura Sportiva e la Responsabilità Sociale.

Il 'Cartellino' può essere assegnato dall'arbitro della CAN B al termine di ogni partita di concerto con i suoi collaboratori, attraverso uno specifico modulo fornito dalla LNPB, al tesserato calciatore, allenatore o dirigente, a seguito di un gesto o un atto sportivo di fair play straordinario.

Si può trattare eventualmente anche di atti a sfavore degli interessi propri e della propria squadra, manifestatosi in occasione di una gara ufficiale del Campionato Serie B ConTe.it 2015-2016.

Con questa iniziativa, che si aggiunge ad altri progetti promossi dalla Lega B aventi le medesime finalità, si vuole valorizzare il significato degli esempi positivi di particolare rilevanza cercando di renderli testimonianza di buone pratiche e comportamenti corretti dei quali il nostro mondo ha decisamente bisogno.

L'obiettivo - conclude la nota - è anche quello di riconquistare spazi di informazione sotto il segno del Rispetto, cercando di marginalizzare gli aspetti e i comportamenti negativi che troppo spesso determinano un giudizio sommario e superficiale nei confronti dell'intero movimento e di questo sport, al di là delle responsabilità individuali".