Il tennis trema

Il tennista croato Mmarin cilicarin Cilic è stato squalificato per nove mesi dopo essere risultato positivo a un controllo antidoping effettuato durante il torneo Atp di Monaco. Lo ha confermato la federazione internazionale (Itf).

La sostanza rilevata nel test analizzato dal laboratorio antidoping di Montreal è il nikethamide, uno stimolante. La squalifica è retroattiva, decorre dal 1° maggio 2013 e terminerà il 31 gennaio 2014.

"Ricorrerò contro questa decisione molto presto al Tribunale Arbitrale dello Sport (Tas) - ha fatto sapere il 25enne tennista croato, numero 24 del ranking mondiale e fermo dal suo ritiro a Wimbledon per un infortunio al ginocchio, in un comunicato diffuso dalla sua federazione -. Voglio sottolineare che non ho mai consapevolmente o deliberatamente preso una sostanza vietata in vita mia e sono contrario a qualsiasi prodotto che puo' migliorare le prestazioni nello sport".

"Per quanto è di mia conoscenza, delle zollette di zucchero contenevano una sostanza vietata in competizione ma permessa fuori", ha aggiunto l'ex top ten.