Silvio non sincero

La giusta delusione di Massimo Ambrosini, ex capitano rossonero con alle spalle 489 partite ufficiali e 36 gol segnati, per l'addio al Milan. Si aspettava sicuramente il rinnovo di almeno un anno, ma così non è andata. La decisione di separarsi dal capitano era stata presa ad Arcore durante l’incontro tra Berlusconi e Galliani, per il rinnovo del contratto di Allegri. Quello che lascia perplessi è la telefonata di Berlusconi che dopo aver sentito l’amaro ma composto addio di Ambrosini, gli ha telefonato proponendogli un tardivo rinnovo del contratto. Una telefonata a cose già fatte. Quanta sincerità in quella chiamata? Per noi zero.