"In Italia calcio è un'ossessione"

cesare-prandelli"In Italia non c'è pressione ma ossessione" scontato, che Cesare Prandelli lasci la guida della Nazionale al termine dei Mondiali brasiliani. E il clima sempre più pesante che si vive nel calcio italiano potrebbe condurlo verso una panchina all'estero. "E' un argomento serio da affrontare - spiega il ct azzurro in conferenza stampa a Coverciano - I colleghi stranieri ti raccontano un calcio e un approccio dei tifosi diversi, e comunque vada se hai dato tutto in campo i supporter sono contenti. In Italia non c'è pressione ma ossessione, la cosa è complicata e non sono fiducioso del futuro. C'è qualcosa che va al di là della provocazione e che mi sfugge - conclude - e a cui non voglio pensare".