Rifiutano rigore a favore che non c'era

Arbitro, quel rigore non c'è: non lo voglio. Ogni tanto una buona notizia, dal campo. Una lezione di fair play che arriva da una piccola squadra di dodicenni.

E' accaduto ieri, come riporta il Resto del Carlino, a Pianoro, durante un torneo giovanile. Un baby calciatore di Ozzano, Daniele Bernardi, sullo 0-0 è andato dal direttore di gara - seguito dai suoi compagni - a dire che il rigore assegnato alla sua squadra, l'Ozzanese, per un fallo di mano in area di un difensore del GS Cagliari non era giusto, perché il pallone era uscito prima del cross in area.

L'arbitro ha accettato la confessione, ha annullato il suo provvedimento e il gioco è ripreso con una rimessa del portiere.